Garanzia Giovani

Sei disoccupato e non studi? Iscriviti al Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile!
CHE COS’E’ GARANZIA GIOVANI
La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un’attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (NEET – Not in Education, Employment or Training). In sinergia con la Raccomandazione europea del 2013, l’Italia dovrà garantire ai giovani al di sotto dei 30 anni un’offerta qualitativamente valida di lavoro, proseguimento degli studi, apprendistato o tirocinio, entro 4 mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale.

Per le aziende
La Garanzia Giovani, il piano europeo con cui Stato e Regioni s’impegnano a offrire ai giovani di 15-29 anni che non studiano e non lavorano (Neet) un percorso personalizzato di formazione o un’opportunità lavorativa, è partita in Italia il 1° maggio 2014.
Il piano è un’importante occasione anche per le imprese che, beneficiando delle agevolazioni previste nelle diverse Regioni, possono investire su giovani motivati e rinnovare così il loro capitale umano. Offrendo opportunità di lavoro, formazione e autoimprenditorialità, contribuiscono al raggiungimento degli obiettivi del programma.
Il Ministero sta coinvolgendo le aziende anche attraverso la sottoscrizione di protocolli con le principali associazioni di categoria, che prevedono la promozione di percorsi di tirocinio e di contratti di apprendistato e la pubblicazione sul portale nazionale Garanzia Giovani delle offerte di lavoro e delle opportunità di formazione sul luogo di lavoro.
Sono previsti bonus occupazionali per le nuove assunzioni e incentivi specifici per l’attivazione di tirocini e contratti di apprendistato o la trasformazione di un tirocinio in contratto di lavoro; inoltre strumenti di accesso al credito sono messi a disposizione dei giovani per favorire l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego.
Per accedere a questi strumenti le aziende rispondono ad avvisi pubblici e bandi regionali, nei quali sono indicate le modalità di partecipazione e i prerequisiti per beneficiare delle agevolazioni.
Per usufruire delle agevolazioni previste dal Programma è necessario che l’azienda attivi una delle misure incentivate, a favore di un giovane Neet, tra i 15 e i 29 anni, che ha aderito all’iniziativa Garanzia Giovani e sostenuto il primo colloquio di orientamento presso uno dei Servizi per l’impiego o degli enti accreditati.
In dettaglio gli incentivi previsti per ogni misura e le modalità di accesso:

  • Assunzioni a tempo indeterminato: bonus da 1.500 a 6.000 euro, in base alla profilazione del giovane e alle differenze territoriali. Il bonus è gestito dall’INPS.
  • Assunzioni a tempo determinato o in somministrazione: bonus da 1.500 a 4.000 euro, in base alla profilazione del giovane e alle differenze territoriali. Il bonus è gestito dall’INPS.
  • Apprendistato per la qualifica e il diploma professionale (I livello): incentivo per l’attivazione del contratto compreso tra i 2.000 e i 3.000 euro, sulla base dell’età. Si accede tramite avviso pubblico regionale o dell’INPS.
  • Apprendistato per l’Alta formazione e la Ricerca (III livello): incentivo per l’attivazione del contratto fino a 6.000 euro. Si accede tramite avviso pubblico regionale o dell’INPS.
  • Tirocinio: è prevista un’indennità erogata dalla Regione (minimo 450 euro, sulla base della normativa regionale) direttamente al giovane o rimborsata all’azienda, a cui si accede tramite avviso pubblico regionale. In caso di trasformazione in contratto di lavoro, alle aziende è riconosciuto un incentivo da 1.500 a 6.000 euro, la cui erogazione è gestita dall’INPS.
  • Autoimprenditorialità o Autoimpiego: incentivi per la creazione di impresa erogati sottoforma di microcredito. L’accesso avviene tramite partecipazione ad avviso regionale.

Per i giovani
Se sei un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale.
Programmi, iniziative, servizi informativi, percorsi personalizzati, incentivi: sono queste le misure previste a livello nazionale e regionale per offrire opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro, in un’ottica di collaborazione tra tutti gli attori pubblici e privati coinvolti. Per stabilire in modo opportuno il livello e le caratteristiche dei servizi erogati e aumentarne l’efficacia, si è scelto di introdurre un sistema di profiling che tenga conto della distanza dal mercato del lavoro, in un’ottica di personalizzazione delle azioni erogate: una serie di variabili, territoriali, demografiche, familiari e individuali profilano il giovane permettendo così di regolare la misura dell’azione in suo favore.

Nel dettaglio le misure previste dalla garanzia sono:
Accoglienza
Orientamento 
Formazione 
Accompagnamento al lavoro
Apprendistato 
Tirocini 
Servizio civile
Sostegno all’autoimprenditorialità
Mobilità professionale all’interno del territorio nazionale o in Paesi UE
Bonus occupazionale per le imprese
Formazione a distanza

Per partecipare a garanzia giovani e usufruire degli incentivi previsti occorre:
1. Aderire al progetto registrandosi sul Portale della Regione Puglia
2. Registrarsi Qui al fine di favorire l’incrocio domanda-offerta con le aziende che partecipano al progetto.
Dopo aver completato sia l’adesione al progetto che la registrazione, i nostri operatori procederanno ad incrociare i fabbisogni aziendali con il profilo dei giovani candidati al progetto: in caso di riscontro positivo sarete contattati da un nostro consulente.

 

Leggi tutto

MiFormoeLavoro

SCHEDA MI FORMO E LAVORO
L’Avviso, ha lo scopo di accrescere le competenze dei cittadini pugliesi che hanno difficoltà a trovare occupazione e traendo spunto dalle precedenti esperienze, intende proporre una nuova modalità di intervento collegando l’offerta formativa all’accompagnamento al lavoro.

In tal senso,”MIFORMOELAVORO”, focalizza la sua attenzione non solo sull’incremento delle competenze ma anche sull’occupazione.

Tale modalità di intervento si svilupperà in un’ottica integrata di innovazione delle politiche attive del lavoro e di inclusione sociale, di monitoraggio e verifica dei risultati, coerentemente con altre misure messe in campo dalla Regione Puglia.

I destinatari delle azioni finanziate a valere sul presente Avviso devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
• essere residenti o domiciliati in un Comune della Regione Puglia. Se cittadini non comunitari devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno che consente attività lavorativa;
• avere compiuto il 18esimo anno di età;
• essere disoccupati secondo la definizione di cui all’art. 19 del D.lgs 150/2015 e privi di strumenti di sostegno al reddito;
• essere disoccupati secondo quanto definito dall’art. 19 del D.lgs 150/2015 e beneficiari di strumenti di sostegno al reddito.

MI FORMO E LAVORO – CHIARIMENTI
In risposta ai numerosi quesiti ricevuti sul tema Mi Formo e Lavoro si comunica quanto segue:

Attualmente è in corso la fase di Verifica dei requisiti a cura degli operatori dei Centri per l’Impiego sulla base delle istanze pervenute e tenendo conto del budget disponibile per il bando (24.000.000 €). Regione ha messo a disposizione dei CPI un primo blocco costituito dai primi 6.000 nominativi che in ordine strettamente cronologico hanno trasmesso la propria Manifestazione d’Interesse, e la distribuzione su territorio risulta essere pressoché uniforme.

Completato questo primo blocco, verrà distribuito un ulteriore elenco, dimensionato anche sulla base della percentuale di riscontri positivi risultanti dalla fase di verifica del primo blocco, e sempre nei limiti del budget disponibile.

In contemporanea gli enti di formazione già qualificati per l’erogazione dei corsi, stanno procedendo con la progettazione di dettaglio dei corsi proposti.

La distribuzione dei Voucher ai cittadini per cui è stato riscontrato il possesso dei requisiti avverrà al completamento della fase di verifica.

ELENCO CORSI PRESENTI IN MI FORMO E LAVORO
Addetto ai reparti
Referente di negozio
Consulente e-business.
Progettista di software applicativo
Social media marketing
Aspirante vetrinista
Corso preparatorio alla certificazione Cambridge lingua inglese b1 e b2
Controller di gestione e di contabilità analitica
Aspirante panettiere
Corso preparatorio alla certificazione lingua inglese a2
Aiuto pizzaiolo
Addetto ai piani
Imprenditore di B&B
Addetto alle vendite nella distribuzione commerciale
Addetti all’accoglienza nel settore turistico
Informatica di base per addetto di segreteria
Addetto alla sala di ristorante o cameriere
Barman – addetto al banco bar
Addetto al marketing e promozione turistica
Addetto all’elaborazione di buste paga e contributi base

Leggi tutto